Profumi Sammarco, il mondo ne parla…

Giovanni SammarcoGiovanni Sammarco, i cui profumi artigianali ho l’onore di avere qui da Vib, è stato anche quest’anno ad Exsence, come ogni anno, una delle più interessanti manifestazioni del settore della profumeria d’arte.

I profumi di Giovanni, che ha deciso di cambiare vita dopo avere concluso un PhD in giurisprudenza (cosa che nel mio orizzonte esistenziale rappresenta un valore inestimabile), sono intensi, vibranti, mutevoli, ricchi, e – ah, quanto mi piace questa cosa – completamente privi di quella nota chimica dolciastra che devasta praticamente tutti i profumi industriali usciti negli ultimi anni.

Questa è una recensione uscita su Ça Fleur Bon, uno dei blog internazionali più autorevoli e influenti.

Sentite cosa si dice a proposito di Vitrum, il primo profumo Sammarco, quello che è stato creato per me, originariamente come un bespoke perfume.

I didn’t think I’d care for Vitrum because I don’t like vetiver, but I was quite wrong; apparently I’ve never smelled quality vetiver before. This is the loveliest cool green vetiver, nothing raspy or harsh about it. It’s blended with rose ”to give a touch of softness and black pepper to give power.” On my skin, the rose and pepper take turns; sometimes the soft, sweet rose is more prominent, sometimes the pepper and its feistiness is, but it’s always lovely and I think anyone could wear it. For those of you who love all natural fragrances Vitrum and Vetiver. well your prayers are answered.

Serve la traduzione?
Pronti:

Ero certa che Vitrum non avrebbe destato il mio benché minimo interesse, perché non amo il vetiver, ma mi sbagliavo alla grande; in realtà, fino a quel momento, nella mia vita non avevo mai annusato un vetiver di qualità. Questo è il più amabile dei vetiver, fresco e verde, del tutto privo di asperità e di rudezza. È miscelato con la rosa, «per conferire al profumo un tocco di morbidezza, e con il pepe nero per dargli forza». Sulla mia pelle, la rosa e il pepe emergono in sequenza; a volte prevale la dolcezza della rosa, a volte il pepe e la sua vibrante energia, ma l’insieme risulta sempre carezzevole e sono sicura che si adatti a meraviglia a chiunque. Per coloro che amano tutte le frangranze naturali e il vetiver: okay, stavolta le vostre preghiere sono state esaudite.

 

Qui l’incipit della recensione:

If you asked me directly what my favorite note in perfume was, I would answer without hesitation “rose”.  The bottles on my vanity give a different answer, however; as I glance over at them, I realize that jasmine is what parts me from my money most often.

As Editor in Chief Michelyn Camen was walking the show at Esxence in Milan  with perfumer/fragrance expert Darryl Do of Delbia Do in tow, both stopped dead in their tracks at the Sammarco booth where they smelt an incredibly beautiful jasmine sambac fragrance, both agreed it was the best jasmine sambac they have encountered; it was obvious that a very high degree of natural ingredients was used. It was a fragrance called Alter and Michelyn  called  me when she got back from Italy and told me about her Jasmine Encounter.  Dr. Sammarco was kind enough to send me a sample and I immediately understood why Michelyn was so impressed.

Se volete leggere ancora, la recensione continua qui

Qui, poi, un’altra entusiastica recensione, stavolta tutta dedicata al delizioso e conturbante Bond-T

Qui, invece, si parla di tutti e quattro i profumi creati da Giovanni.
Venite ad assaggiare la forza dei profumi di Giovanni qui da Vib!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s